Ingegneria naturalistica 2017-10-19T09:26:07+00:00

Ingegneria naturalistica

Che cosa è l’ingegneria naturalistica?

L’ingegneria naturalistica è una scienza-tecnica che nel corso degli anni ha trovato largo impiego nel contrasto di erosione, dissesto idrogeologico e per il rinverdimento di scarpate e scogliere.

Vantaggi

Rispetto all’ingegneria civile presenta numerosi vantaggi quali: inferiori costi di realizzazione e di gestione, migliore inserimento nell’ambiente naturale, elevata funzione antierosiva e bassi costi di manutenzione.

Nel corso degli anni infatti le opere in cemento devono essere sottoposte a manutenzione o sostituite, mentre le opere d’ingegneria naturalistica, essendo costituite da materiale vivo, si inseriscono nell’ambiente migliorando nel tempo la propria efficacia.

Queste tecniche, basate sull’impiego prevalente di legno e fibre naturali consentono la realizzazione di interventi sicuramente efficaci a basso impatto ambientale.

Materiali utilizzati

Negli interventi di Ingegneria naturalistica vengono utilizzate piante vive o parti di esse (semi, radici, talee), da sole o in combinazione con materiali naturali inerti (legno, pietrame o terreno), materiali artificiali biodegradabili o materiali artificiali non biodegradabili (reti zincate, geogriglie, georeti, geotessili).

La Cooperativa Centro Legno Ambiente ha nel tempo effettuato molti interventi di ripristino ambientale con esecuzione di opere di ingegneria naturalistica come palificate, palizzate, terre rinforzate, gabbioni, briglie, canalette, rinverdimento di versanti, maturando un’importante esperienza nel settore e dotandosi di particolari attrezzature come escavatori ragno di varie dimensioni.